Ciao Albin …


Il mondo equestre ha perso Albin III, il campione selle francais, figlio di Hidalgo de Riou, che sotto la sella di Juan Carlos Garcia, è stato protagonista di una strepitosa carriera sotto la bandiera tricolore. Ritirato con meritato tributo nel 2008 a Verona, durante la tappa italiana della Rolex Fei World Cup, nell’arena che Il fuoriclasse baio ha più volte esaltato con le sue grintose performance, è venuto a mancare all’età di 25 anni, dopo aver trascorso una felice pensione presso le strutture del G.E.S.E., accanto al suo cavaliere.
Oltre ad essere stato un formidabile atleta, Albin III ha accompagnato Garcia in una vera e propria svolta agonistica, a partire dal 2003, anno in cui il cavaliere colombiano ha acquisito il passaporto sportivo italiano. Di lì, seppur nato “tardi” (la carriera internazionale ha cominciato a brillare quando Albin era già dodicenne), questo binomio tricolore ha catalogato una serie di successi sorprendenti nelle sfide continentali e globali. Spiccano: il 15° posto individuale alle Olimpiadi di Atene 2004; il 6° posto individuale ai Campionati d’Europa 2005 (San Patrignano); il 6° posto alla Finale di Coppa del Mondo di Milano 2004 e il 4° posto alla Finale di Coppa a Kuala Lumpur 2006.  Il mondo equestre, dopo averla preso in prestito, restituisce oggi al cielo una grande stella: ciao, indimenticabile Albin. (dal sito fise.it)

Condividi con: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • YahooMyWeb