Europei, Truppa in ventunesima piazza


L’azzurra non riesce a qualificare Eremo per il gran finale. “Esperienze che aiutano a crescere”, ha dichiarato l’amazzone.
Il carabiniere scelto Valentina Truppa ha affrontato oggi, venerdì 23 agosto, il primo banco di prova individuale per ilBlue Hors FEI European Dressage Championship. Sotto la sua sella, nel rettangolo del Grand Prix Special, che ha accolto i migliori 30 binomi della classifica Team Test di ieri, Fixdesign Eremo del Castegno.  Sfortunatamente, la percentuale ottenuta dalla nostra amazzone azzurra (71.830) ha interrotto il suo cammino in questa sfida continentale. Per lei, la 21.ma posizione, la mancata qualifica per il Freestyle, e un po’ di amarezza. “Ho voluto cambiare il metodo di preparazione – ha dichiarato Enzo Truppa – e invece di farlo uscire due volte, come sempre, ho consigliato a Valentina di montarlo direttamente in campo prova per averlo più esplosivo. Decisione non proprio azzeccata di cui mi assumo la responsabilità, perché Eremo era fin troppo esplosivo. Mi sono scusato con Valentina. Anche questa e’ un’esperienza per il futuro”.

Valentina Truppa, figlia del pigmalione paterno (“se vuoi battere i tedeschi devi essere più tedesca di loro”), reagisce a questa giornata con una saggezza da kaiser: “Sono esperienze che aiutano a crescere più dei successi , perché ti rammentano le tante variabili che compongono una vittoria, o una buona performance. Quando qualcosa non va, come è successo oggi, bisogna prenderla come un training per migliorare il lavoro su se stessi e la gestione del cavallo. Mi dispiace per questo Europeo, ma non posso pretendere che vada sempre tutto bene e non posso recriminare nulla a Eremo che mi ha regalato tante soddisfazioni in questi due anni”. La tedesca Truppa non dimentica di concludere con humour: “Mal comune mezzo gaudio, sono in ottima compagnia fuori dalla qualifica per la kur (ndr, riferendosi all’olandese Hans Peter Minderhoud, alla tedesca Isabell Werth e allo svedese Patrik Kittell), è eccelso il livello dei primi 15 cavalieri, ma si può dire lo stesso anche a partire dal 16.mo”. Va, peraltro sottolineato che la classifica del Team Test evidenzia nero su bianco il miglior risultato del nostro carabiniere scelto rispetto ad alcuni componenti delle forti squadre del rettangolo (Olanda, Germania, Gran Bretagna): segno che Valentina potrebbe validamente far parte di una delle rappresentative più forti del mondo.

Il podio individuale tecnico è così formato: oro alla britannica Charlotte Dujardin su Valegro (85.699%); argento alla tedesca Helen Langehanenberg con Damon Hill NRW (84.330%); bronzo all’olandese Adelinde Cornelissen in sella a Jerich Parzival (81.548%).

“Questo stadio – ha commentato il coordinatore tecnico Laura Conz – ha senza dubbio messo sull’attenzione molti cavalli impegnati nella sfida europea. Detto questo, si assiste ogni anno, in questa disciplina, a un aumento esponenziale di qualità di cavalli e livello di preparazione dei binomi. Riguardo alla performance di Valentina Truppa – ha concluso la Conz – l’eccessiva energia di Fixdesign Eremo del Castegno ha avvantaggiato l’esecuzione del piaffe-passage, ma al tempo stesso ha compromesso il controllo e la concentrazione in rettangolo”.

La Kur, che assegnerà le medaglie artistiche, è in programma domenica alle ore 13.30. In campo i migliori 15 di oggi. (dal sito fise.it)

Classifica: http://results.scgvisual.com/2013/herning/r62.html

Condividi con: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • YahooMyWeb