Giulia Battistuta


Mi chiamo Giulia Battistutta e ho 13 anni, compiuti a marzo di questanno. Ho iniziato a montare allet di 7 anni e da quel momento non mi sono pi staccata dallequitazione. Mi sono sempre allenata nel Centro Ippico La Pinetina, il cui proprietario mio zio Francesco Bussu. La passione per i cavalli arrivata spontaneamente, poich viene naturale affezionarsi a degli animali con i quali sei cresciuta e ai quali tutta la mia famiglia materna legata. Con i pony ho sempre ottenuto ottimi risultati, dalle BP60 alle C115. La mia prima soddisfazione stata aver vinto il trofeo pony Lombardia BP60 in sella al mio mitico Stress, il pony da cui sono caduta pi volte, ma che mi ha dotato di un eccezionale equilibrio in sella. Dopo Stress ho avuto una pony straordinaria, sicuramente quella a cui sono pi affezionata e con cui ho ottenuto pi risultati e piazzamenti, dalle B80 alle BP105: si chiama Sharon. Con lei ho passato un anno stupendo, senza neanche una delusione; tra i numerosi piazzamenti, ricordo il mio debutto i campionati italiani a Cervia nel 2005, nei quali sono arrivata 6 classificata nel campionato UNDER 13; 2 nel circuito pony Lombardia nella categoria BP90, dietro ad una storica rivale, molto simpatica, che ancor oggi partecipa alle mie stesse gare, Martina Rivizzigno.

Con Sharon ho ottenuto anche la mia pi grande soddisfazione: MEDAGLIA DARGENTO ai Giochi della Giovent 2005, nella mitica squadra composta da FEDERICA OPICE, FRANCESCA BERETTA e CATERINA MOSTERTS. Con Sharon ho partecipato anche alla Fiera cavalli di Verona nel 2005, in compagnia di una stupenda squadra, formata da SIMONE COZZI, BENEDETTA BORIERO, BEATRICE SARTO e MICHELA CAPPONI. Sharon la pony a cui senza dubbio sono pi legata e sono sicura di non lasciarla mai, poich la monto spesso ancor oggi, senza fare per gare. Con lei ho fatto anche parte per un anno del Green Team Lombardia. Dopo Sharon arrivato Casper, un pony molto particolare che monto tutti i giorni: giovane e molto inesperto, con una bocca dura come il cemento, ma, con molta pazienza e lavoro e soprattutto grazie alla mia fedele istruttrice Ciuffi, che non mi ha mai abbandonata, sono riuscita a far diventare Casper un pony che a me piace tantissimo e che ho reso molto gradevole da montare. Anche Casper mi ha dato molte soddisfazioni: piazzamenti in B110 e uno stupendo terzo posto al mio debutto in una C115 e la possibilit di fare parte nel Green Team nel 2007. Ora, oltre a Casper, monto anche Jigger, una pony a cui sono gi affezionata e che in poco tempo mi ha permesso di ottenere dei brillanti risultati tra i quali un primo e un secondo posto in CP115 al concorso nazionale pony della Camilla. La disciplina che preferisco senza dubbio il salto ostacoli; lequitazione uno sport impegnativo ma straordinario perch mi permette di instaurare un legame dolce e diretto con un animale stupendo come il cavallo. Lattivit agonistica comporta molti sacrifici e rinunce ma mi ha permesso di avere molti amici, specialmente durante i concorsi. Io riesco ad avere amicizie sia nello sport che fuori e a dedicare del tempo ad entrambe. Tutti i giorni monto regolarmente 2 o 3 pony e per adesso non faccio fatica a conciliare lo studio con lo sport.

Durante la settimana monto tutti i giorni, tranne il luned. La domenica sono spesso in gara dove mi diverto e provo forti emozioni e, a volte, quando non tutto va bene, delle delusioni. Sinceramente non ho mai pensato di lasciare lequitazione, perch mi piace molto e non riuscirei a privarmene. Con i cavalli vorrei riuscire ad arrivare a partecipare agli Europei e diventare protagonista di competizioni mondiali. Da grande vorrei laurearmi in giurisprudenza e dedicarmi alla carriera di Giudice nelle udienze. I miei istruttori sono persone straordinarie, di cui mi fido ciecamente e che bisogna sempre ascoltare anche se a volte difficile. A Ciuffi e Francesco, che mi seguono da sempre, vorrei dire che voglio molto bene ad entrambi e di continuare a ripetermi di abbassare i talloni, aprire le spalle e mettere le mani pi avanti, finche finalmente riuscir a essere composta. La mia pi grande soddisfazione stata la medaglia dargento ai Giochi della Giovent 2005 a Sanremo; per ora, fortunatamente, non ho avuto grosse delusioni, ma il dispiacere pi grande sar quello di non poter pi montare i pony. I miei cavalieri preferiti sono mio zio Francesco Bussu e Nick Skelton, mentre i cavalli che in assoluto pi mi piacciono sono Loro Piana Ovation di Marcus Fucks e Arco III di Nick Skelton. Questi anni felici con i miei pony sono stati resi possibili grazie ai sacrifici di molte persone. Devo infatti ringraziare mia mamma Carla che mi ha accompagnata a tutte le mie gare e mio padre Gianfranco, che ha sempre sostenuto la mia attivit agonistica. Un ultimo grazie ai miei pony che mi hanno dato molte gioie e che mi hanno sempre sopportata.

14/06/2007 – Scritto da Giulia Battistutta

Condividi con: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • YahooMyWeb