IL CAVALLO, LA BRUGHIERA un successo


Le congratulazioni dei tanti atleti che hanno partecipato alle gare di endurance e di completo. Le migliaia di persone che hanno partecipato ai diversi eventi in cartellone. La possibilit di offrire un piccolo ma concreto aiuto alla ricostruzione dell’Abruzzo. Sono davvero tanti i motivi di soddisfazione rispetto alla seconda edizione di Il Cavallo, la Brughiera. Il paesino immerso nella brughiera, situato a due passi dall’aeroporto intercontinentale della Malpensa, per dieci giorni diventato il cuore pulsante di una provincia, quella di Varese, che vanta la maggior concentrazione di cavalli d’Italia.

Tutte le gare sono andate bene, non c’ stato nessun tipo di incidente e, nonostante la pioggia di domenica 25 aprile, il terreno della brughiera si dimostrato ancora una volta vincente, spiega Ilaria Dettoni, presidentessa del comitato che, in collaborazione con le scuderie San Gallo, San Giorgio, Riding Club-Geb, Raynold’s e La Capinera, ha dato vita alla manifestazione. La maggiore soddisfazione arrivata dopo che, al termine della gara CEI3* 160 chilometri di endurance, gli atleti francesi, da sempre i pi forti in questa disciplina, si sono congratulati per la bellezza del percorso che, partito da Casorate, ha toccato altri otto comuni, snodandosi tutto all’interno del Parco della Valle del Ticino. Queste parole ci hanno riempito di orgoglio, prosegue Dettoni, e chiss che questo apprezzamento internazionale non possa essere un buon viatico per l’assegnazione dei Campionati Europei 2011. Il Cavallo, la Brughiera, per, non vuole essere una manifestazione riservata agli addetti ai lavori. Lo dimostrano le tante iniziative organizzate sia all’interno delle scuderie che per le strade del paese, oltre alla mostra Cavalli giocosi, ospitata a Somma Lombardo. Una filosofia che si rivelata vincente, viste le tante persone che hanno partecipato ai diversi appuntamenti. Buoni ultimi la passeggiata attraverso la Piccola Inghilterra di domenica pomeriggio, con poco meno di 250 partecipanti, e la risottata offerta domenica sera dalla Pro loco di Casorate Sempione, che ha visto andare a ruba il risotto con la luganiga cucinato nella pentola pi grande del mondo. Abbiamo visto un forte movimento di persone, possiamo dire di aver raggiunto anche questo nostro obiettivo, spiega Dettoni, ora siamo pronti a ripartire per il del prossimo anno. Certamente non prima di ringraziare chi ha reso possibile l’edizione 2009. Vorrei ringraziare le amministrazioni comunali di Casorate Sempione e Somma Lombardo, i dipendenti comunali che hanno lavorato alla manifestazione e tutti i cittadini casoratesi, conclude Dettoni, vorrei inoltre rivolgere un pensiero particolare agli abitanti del rione Santo Stefano, che hanno voluto impreziosire l’iniziativa organizzando alcuni eventi concomitanti, come il laboratorio di panificazione per i bambini.L’edizione 2009 di Il Cavallo, la Brughiera ha anche scelto di abbracciare la solidariet, raccogliendo fondi attraverso la vendita di braccialetti e gadget da destinare alla ricostruzione delle zone dell’Abruzzo colpite dal sisma del 6 aprile scorso. Il comitato sta ultimando il conteggio, ma sin da ora possibile affermare che, grazie alla solidariet delle persone che hanno partecipato alla manifestazione, sar possibile inviare all’Aquila almeno 1.400 euro.

Condividi con: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter
  • YahooMyWeb